Boatanchors.

Con questo vorrei trattare la descrizione di apparecchi riceventi concepiti per l’uso professionale, non estremamente difficili da reperire ed ormai alla portata di tutte le tasche. Sto parlando dei cosiddetti "BoatAnchors" o "ancore di navi": ovvero di ricevitori utilizzati anche per scopo marittimo, montati nella stazione radio delle grosse navi da diporto o nelle stazioni costiere fisse e/o allestimenti militari.

Tempo fa questo tipo di ricevitori rappresentavano, per le loro spiccate caratteristiche tecniche, il sogno di tutti noi radioamatori, ma oggi attraverso lo smantellamento delle grosse stazioni HF di bordo e con l’avanzare della tecnologia satellitare per le comunicazioni marittime e militari, con un pizzico di fortuna si può entrare in possesso di qualche bell’esemplare.

Talvolta si trovano in vendita su Ebay oppure, oppure con un po’ di fortuna, si trovano rivolgendosi a qualche agenzia marittima, ancor meglio a qualche rivenditore di materiale surplus. Il prezzo per ogni ricevitore può partire dai 400 - 500 € in su; potrebbero sembrare tanti ma, consideriamo che questi apparecchi, a suo tempo, avevano un prezzo minimo che partiva dai 40 – 45 milioni delle vecchie lire e che costano quanto un buon ricevitore radioamatoriale attuale.

La costruzione di questi apparecchi è davvero molto robusta, devono affrontare l’aggressione continua della salsedine e devono funzionare alla perfezione anche nelle condizioni più estreme. La loro progettazione viene dettata da specifiche tecniche internazionali molto rigide, che non troviamo neppur minimamente applicate agli apparecchi radioamatoriali che normalmente utilizziamo.

Ho la fortuna di possederne e di aver posseduto diversi di questi apparecchi, che quotidianamente ho usato ed uso per effettuare i miei ascolti, e vorrei illustrarli descrivendoli su questo sito.

Con la speranza che questo particolare tipo di apparecchiature possa interessare tanti appassionati, cercherò di trattarne la descrizione ed il reimpiego.