Semplice ricevitore a conversione diretta per VLF

Secondo tutto quanto già premesso nella pagina dedicata alla realizzazione del loop amplificato per le vlf, nella presente voglio riportare tutte le indicazioni necessarie alla realizzazione del piccolo ricevitore.

Si tratta di un ricevitore a conversione diretta, con uscita audio direttamente in altoparlante.

E' composto complessivamente da n° 2 transistor del tipo comunemente usato per la bassa frequenza, n° 2 circuiti integrati, un NE555 che funge da oscillatore locale, ed un LM386 che funge da amplificatore di potenza per bassa frequenza, nonché da una manciata di componenti passivi.

Il primo transistor funge da mixer: al suo ingresso viene immesso il segnale precedentemente captato dall'antenna a loop (nulla ci vieta di utilizzare un altro tipo di antenna), mentre è allo stesso tempo direttamente "alimentato" dall'uscita in corrente continua del circuito integrato NE555, che presenta oltre la tensione di polarizzazione per il transistor, anche la frequenza di battimento generata e che serve alla rivelazione del segnale rf.

Ricordo che nei ricevitori a conversione diretta la frequenza dell'oscillatore locale è all'incirca pari a quella ricevuta.

Il potenziometro da 1 Kohm serve a variare la frequenza dell'oscillatore locale, e quindi ad effettuare la sintonia.

Segue un secondo stadio a transistor, che funge da semplice premplificatore di bassa frequenza e filtro passa basso; all'uscita di questo stadio l'autore ha previsto una presa per collegare un registratore.

Infine troviamo l'amplificatore di potenza vero e proprio, che permette di per poter ascoltare il segnale ricevuto direttamente in altoparlante; come già detto questo compito viene lasciato all'integrato LM386.

E' da notare che sul piedino 1 di quest'ultimo, tramite un interruttore, è presente un ulteriore filtro che stringe la banda audio, utile per ascoltare il CW.

Il tutto alimentato da una piletta da 9 volt.

Ecco lo schema prelevato dal sito di Daniel Richter - DO6DP:

 

Anche questo circuito è di realizzazione estremamente semplice, è stato anch'esso interamente costruito "in aria" su un pezzetto di piastra ramata per circuiti stampati. Neanche quì è presente schema di montaggio. Come sempre si lascia spazio alla più fervida immaginazione.

Ed ecco nuovamente la realizzazione di Daniel (foto dal suo sito): 

Anche in questio caso resto a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito.

04.01.2010 - Francesco