Ricevere i bollettini meteo ed i fax sulle onde corte.

Voglio provare a spiegare a tutti, (spero) in modo semplice e comprensibile, come ricevere i bollettini meteo trasmessi sulle onde corte.

Parleremo solo di rtty (bollettini) e hf-fax (carte meteofax), tralasciando altre modalità, ritenendo queste due già un ottimo punto di partenza.

Cosa sono il telex (rtty) e meteofax (hf-fax)?

Un telex è un testo inviato per radio in telegrafia (radioteletype, comunemente chiamato rtty), ed è il sistema delle telescriventi, e contiene informazioni e avvisi utili, che nel nostro caso saranno proprio i bollettini meteo.

Un meteofax è invece una carta (immagine) che rappresenta una situazione, una previsione meteorologica, o altre notizie, è simile al fax telefonico, solo che viaggia via etere.

Le trasmissioni avvengono, come già detto, principalmente in onde corte, questa gamma di frequenze ha la proprietà di viaggiare molto lontano senza essere "fermata" dagli ostacoli o quasi, ed avvengono in ssb, che consente una maggiore efficienza nell'utilizzo delle frequenze, impiegando minore potenza di emissione e arrivando molto lontano con un segnale piuttosto pulito.

Ma a chi serve ricevere informazioni meteorologiche via etere?

Principalmente a due categorie di persone: a tutti coloro che sono affascinati dal mondo delle onde corte e dei dati via etere (radioamatori e sopratutto SWL), ed ai naviganti, che alla fine sono i veri fruitori di questi servizi.

Cosa serve per ascoltare e decodificare i dati meteo?

1) Innanzitutto un ricevitore in onde corte, con SSB e a copertura continua.

2) Un computer dotato di scheda audio

3) Un apposito software per decodificare l'audio ricevuto.

Sul primo punto non credo che ci sia molto da discutere: ovviamente migliorte il ricevitore sarà, migliore sarà la qualita delle immagini o dei testi ricevuti. Vi sconsiglio di utilizzare scanner portatili ad ampia copertura, le frequenze sopra i 50 mhz che questi coprono non serviranno a nulla, eppoi, per le loro "povere" caratteristicvhe, non sono adatti a questo tipo di utilizzo.

Anche sul secondo punto abbiamo poco da dire, l'unico requisito è la scheda audio con una line-in o presa mic, ed un computer con una modesta capacità di calcolo.

Veniamo al terzo punto: ci sono vari software adatti, tanto per citarne solo alcuni: Jvcomm32 e Seatty, tra i più facilmente reperibili e di immediato utilizzo. Prometeo, Radiocom, Msscan ed altri, sono più "specialistici"ed un tantinello più impegnativi nell'uso.

Anche qui senza alcun fine commerciale vi consiglio Jvcomm32 e Seatty, funzionano ottimamente, sono semplici, e con pochi comandi utili, non impazzirete a configurarli perchè lo sono (per la maggior parte dei comandi) già di defautl.

I link da cui scaricarli li trovate nella pagina "Software" di questo stesso sito.

Ovviamente è molto importante anche l'antenna, ma l’argomento è troppo ampio per essere affrontato qui, vi consiglio di utilizzare una buona antenna per le HF oppure iniziare con un pezzo di filo lungo una decina di metri.

Se siete a bordo di una imbarcazione è consigliabile spegnere il motore, mentre in casa le lampade a basso consumo e tutto quello che può generare interferenze e rumori; ovviamente più cose spegnete e meglio è.

Adesso che siete pronti col vostro pc, il software installato, la radio accesa, collegate un cavo dall'uscita audio della radio alla line-in del computer, selezionate la modalità SSB (possibilmente USB) e sintonizzatevi su una di queste frequenze:

4.583,00 khz

7.646,00 khz

10.100,8 khz

11.039,00 khz

Queste sono alcune delle frequenze (le più facilmente ricevibili) che Hamburg Meteo utilizza per le proprie trasmissioni rtty (telex).

Impostate il modo "rtty" a "50 Baud" su seatty o jvcomm, e con la sintonia fine della radio cercate un punto dove si vedono nella grafica dello spettro audio due picchi (che corrispondono alle frequenze di Mark e Space) che si andranno a sovrapporre a quelli già presenti sulla scala fissa nell'indicatore del programma.

Ovviamente questa operazione comporterà diversi tentativi e bisognerà farci un poco la mano, ma non è assolutamente difficile.

Comunque ogni bollettino inizia con ZCZC e termina con NNNN.

Non preoccupatevi se all'inizio ricevete solo lettere casuali o se non trovate il segnale, la ricezione è differente a diverse ore del giorno, e a volte è possibile che su nessuna frequenza ci sia un buon segnale, provate a spostare l’antenna per prima cosa, poi a cambiare la frequenza, oppure riprovate in un secondo momento.

Tenete in considerazione che la propagazione cambia rapidamente all’alba e al tramonto, è differente a secondo delle frequenze per il giorno e per la notte e pure le stagioni influiscono, come riferimento e preso con le dovute precauzioni si hanno risultati migliori sui 10 mhz di giorno e sui 5 mhz di notte.

Ora proviamo a ricevere una carta fax:

provate a sintonizzarvi su una di queste frequenze, sempre di Hamburg Meteo:

3.855,00 khz

7.880,00 khz

13.882,5 khz

selezionate il modo "hf-fax " su seatty io Jvcomm, cercate il picco audio con la sintonia fine (che sarà meno accentuato se c'è una trasmissione in corso), ne vedrete probabilmente solo uno, ecercate di farlo coincidere con la frequenza più alta presente nell'indicatore di spettro del programma.

La trasmissione di una carta inizia con un "APT tone", che segnala che sta per iniziare l'invio della cartina.

Se impostate l'auto start e auto stop, il tono di inizio e quello di fine di fine faranno sì che la ricezione avverrà in meniera automatica, fermando ogni qualvolta la ricezione dell'immagine che verrà salvata nel pc, il tutto ovviamente con un po di fortuna…..

La trasmissione di una mappa dura circa 15 minuti. Se la trasmissione è già iniziata, si potrà far partire manualmente la ricezione con l'icona contrassegnata con "start".

Ovviamente l'immagine, sopratutto le prime volte, verrà sfasata rispetto allo schermo e sicuramente inclinata.

Non è difficile effettuare la rettifica di questi settaggi che purtroppo variano da un programma all'altro, però le istruzioni più dettagliate per correggere tutto ciò le trovare sui file di aiuto allegati ai programmi (per jvcomm esiste anche la guida in italiano), oppure semplicemente chiedendomi consiglio tramite e-mail.

Anche in questo caso le prime mappe ricevute potranno essere grigie, storte e incomprensibili, però, man mano che si acquista esperienza, diventeranno dritte e anche molto chiare e belle.

Vi suggerisco di consultare gli orari di trasmissione prima di fare delle prove, alcune stazioni trasmettono continuamente ed altre no, talune effettuano lunghe pause tra una trasmissione e l’altra.

Per la caratteristica della ssb, quando non non vierne trasmesso nulla, anche se la frequenza è corretta, o non si ascolta nulla oppure solo un "fischio" che di fatto è la nota più alta (frequenza del bianco), utile per effettuare la corretta sintonia .

Una dettagliata edaggiornata guida alle stazioni che trasmettono meteofax, viene redatta periodicamente dal U.S. DEPARTMENT OF COMMERCE NATIONAL OCEANIC and ATMOSPHERIC ADMINISTRATION - NATIONAL WEATHER SERVICE, con tutti gli orari e le frequenze della maggior parte delle emittenti mondiali.

Il file rfax.pdf lo potrete tranquillamente scaricare in formato dalla pagina "Radioascolti" di questo stesso sito.

28.02.2010 Francesco Nardi

Esempio di mappa metereologica ricevuta in onde corte, trasmessa dalla stazione tedesca "Hamburg meteo".