Stazioni di segnale di tempo e frequenza campione.

Ogni tanto, su frequenze ben definite, ascoltiamo un ticchettio sintomatico, o una serie di punti che scandiscono il tempo ad un ritmo inesorabile, intervallati di tanto in tanto da una voce o da un segnale morse.

Si tratta dei servizi di trasmissione del segnale di tempo e frequenza campione.

Su queste stazioni si legge molto per vie generali, ma la documentazione specifica disponibile è davvero poca, personalmente io non ho trattato in precedenza questa utility, perché per alcuni può essere un ascolto poco interessante o noioso. Addirittura molti radioamatori snobbano queste stazioni ritenendole inutili, ma invece non è proprio così.
Per "stazione di tempo campione" si intende una stazione radio dotata di un impianto che trasmette, sotto forma di impulsi, un segnale orario molto preciso, solitamente generato da un orologio atomico, con tolleranze che variano nell’ordine di pochi centesimi di secondo l’anno.

Spesso gli impulsi vengono modulati in maniera tale che oltre allo scandire del tempo, questi contengano altre informazioni (ora, data etc.) secondo il codice internazionale IRIG (Inter Range Instrumentation Group).

Tali dati possono anche essere decodificati da appositi softwares, tra i tanti cito il freeware "CLOCK v. 1.8.5", che all’occorrenza sincronizza su questi segnali anche l’orologio interno del nostro pc.

Le trasmissioni avvengono su frequenze altrettanto precise denominate appunto "Frequenze Campione", che nella maggior parte dei casi sono numeri interi: 25,000 – 60,000 – 75,000 - 2.500,000 – 5.000,000 – 10.000,000 – 15.000,000 Khz, etc. Anche se esistono stazioni che trasmettono i loro segnali di tempo su frequenze diverse da quelle precedentemente indicate.

E’ variabile l'orario di trasmissione , che va da stagione a stagione, ed il modo di emissione, fondamentalmente è in CW o in USB, e talvolta in AM.

Mentre quasi sempre l'Identificativo avviene in CW seguito da una voce sintetizzata.

Lo scopo di queste emissioni è quella di creare una diffusione dell'ora "ufficiale", oltre che mettere a disposizione dei laboratori, di tecnici e di radio-operatori, una fonte molto attendibile di radiofrequenza che possa servire alla calibrazione degli strumenti di misura e degli apparati radio. Oltre a ciò, queste emissioni sono molto utilizzate dalle Stazioni Costiere, dagli Aeroporti e dalle stazioni militari, per calibrare la frequenza delle loro apparecchiature, ricevitori o tasmettitori che siano.

Le stazioni di tempo e frequenza campione sono situate in varie zone del globo, non sono molte e purtroppo vanno man mano scomparendo.
Infine, questo tipo di stazioni sono molto importanti per capire il fenomeno della propagazione delle onde radio, infatti i segnali di tempo vengono irradiati in uno spettro che va dalle VLF alle onde corte.

 

Il documento pdf allegato in calce riporta una lista, forse non troppo aggiornata, delle stazioni di tempo esistenti, delle carattristiche del segnale ed una serie di informazioni molto utili, ma questa voglio aggiungere altre due stazioni ascoltate di recente:

 

- DSHO, Observatiorio Nacional, Brasil: frequenza 10.000,000 Khz (vedi qsl nelle pagine precedenti);

- MIKES, Centre for Meteorology and Accreditation, Finland: frequenza 25.000,000 Khz.

 

05.06.2010 - Francesco Nardi

 
Time Station.pdf
Documento Adobe Acrobat 84.1 KB