Chi trasmette sulle VLF?

Fino allo scorso dopoguerra esistevano tantissime stazioni operanti sulle VLF, soprattutto militari, che destinavano principalmente le proprie trasmissioni ai sommergibili o comunque su lunghissimo raggio di azione. Queste stazioni con l’avvento delle nuove tecnologie satellitari hanno man mano cessato la loro attività, ma non del tutto.
In Europa l’Unione Sovietica continua ancora ad utilizzare con profitto le VLF, si ascoltano con molta facilità numerose emissioni fsk, ovviamente criptate, nello spettro delle VLF. Sempre Russe sono le stazioni cosiddette “Alfa” e “Beta”.
Anche stazioni di altri paesi dell’Europa, Italia compresa (ICV – Tavolara sui 20,27 o 20,76 Khz), trasmettono sulle VLF.
Un ottimo elenco, molto dettagliato, si trova sul sito di Renato Romero, oppure anche qui: 
http://www.qsl.net/g4cnn/vlf/vlf.htm


E’inoltre da segnalare la stazione VLF Svedese di Grimeton, denominata SAQ, che utilizza come trasmettitore un “alternatore di Alexanderson”, che prende il nome dallo scienziato che lo ha inventato.
Il segnale radio trasmesso viene cioè generato meccanicamente e non elettronicamente. Questa stazione siffatta, è l’ultima rimasta in piedi (le altre sono state tutte distrutte dagli eventi bellici) ed è conservata in ottimo stato, è l’unica esistente al mondo! E’ stata dichiarata patrimonio dell’Unesco.
SAQ effettua sporadiche e brevi trasmissioni commemorative in CW sulla frequenza di 17,2 Khz, mediamente due o tre volte l’anno.

Il sito ufficiale della stazione di Grimeton è:

http://www.alexander.n.se/
E’ davvero molto interessante ed affascinante ascoltarla, anche perché i rapporti vengono quasi sempre confermati con qsl.


Invece per quel che riguarda le LF, troviamo anche in questa fascia diverse emissioni fsk ed rtty criptate di carattere militare, ma anche altre stazioni di utilità, quali, ad esempio, i riferimenti di tempo campione.

 

Una porzione di 2,1 kHz delle LF, la banda dei 136 kHz (135,7-137,8 kHz), è stata assegnata ed è disponibile ai radioamatori in alcuni Paesi in Europa, Nuova Zelanda e dipartimenti francesi d'oltremare. Mentre negli Stati Uniti c'è una speciale licenza della banda LF chiamata LowFER. Questa assegnazione sperimentale, tra 160 e 190 kHz è talvolta chiamata la "Lost Band".  La potenza d'uscita non dovrà essere di oltre 1 Watt, una linea d'antenna lunga massimo 15 metri e un'intensità di campo max 4,9 microvolts/metro sono le limitazioni per i radioamatori.

 

04.01.2010 - Francesco